Events
  • /
  • All'aperto, un progetto di arte contemporanea

All'aperto, un progetto di arte contemporanea

29,88 KMQ, il nuovo progetto di Liliana Moro, inaugurato sabato 3 ottobre 2015 a Trivero (BI).

L’opera creata da Liliana Moro per l’edizione 2015 è una “struttura accogliente”, come la definisce l’autrice, e “parlante”, perché vuole comunicare con chi la fruisce. Il titolo corrisponde all’estensione del Comune di Trivero, che Moro ha mappato con l’attenzione puntuale di un cartografo, per poi trasformarlo in scultura.

Due le parti principali di 29,88 KMQ, distanti poche centinaia di metri l’una dall’altra: un inedito info-point collocato all’ingresso del paese e l’ufficio Pro Loco, che l’artista ha ri-allestito dotandolo di una speciale mappa interattiva.

La presenza più visibile è il nuovo info-point nella rotonda di Piazza della Repubblica, riqualificata per l’occasione. Con la sua forma pentagonale, evoca intenzionalmente un’edicola d’altri tempi, perché è nato per diffondere notizie. Tramite i display che ne cingono la sommità, informa i cittadini sulle iniziative promosse dal Comune, sul clima e sugli appuntamenti in programma nell’Oasi Zegna. Al suo interno, accoglie una postazione che diventa uno sportello pubblico, gestito dai volontari della Pro Loco, in occasione delle iniziative triveresi di rilievo.

Sulle pareti in vetro della struttura spiccano alcune riproduzioni ingigantite degli animali presenti nei boschi e sulle montagne circostanti (tratte dalle illustrazioni della guida faunistica dell’Oasi, realizzate da Daniela Costa). Dopo il crepuscolo, quando le luci all’interno dell’edicola si accendono, queste figure fuori scala la trasformano in una grande lanterna magica, coronata da un luminoso globo giallo.

Un globo gemello si accende anche di fronte all’ufficio Pro Loco al Centro Zegna, per segnalarne l’apertura al pubblico. L’artista ha ristrutturato e riallestito la sede in collaborazione con i membri dell’associazione. Al suo interno, ha collocato una grande mappa tridimensionale e sonora, un vero e proprio plastico che riproduce i rilievi altimetrici del territorio di Trivero. Azionandone i pulsanti, delle piccole luci identificano il posizionamento delle opere permanenti create finora per ALL’APERTO, mentre la voce di Liliana Moro – come nei vecchi “audiofoni” a gettone presenti in tanti luoghi d’arte italiani – conduce alla scoperta dei lavori di Daniel Buren, Alberto Garutti, Stefano Arienti, Roman Signer, Marcello MalobertiDan Graham.

Ogni “guida” è associata a un suono caratteristico, messo a punto in collaborazione con il musicista Tommaso Previdi. Moro interpreta in modo molto “professionale” e al tempo stesso personale, con delicatezza e immaginazione, il lavoro degli artisti che l’hanno preceduta, consegnandone una lettura inedita ai visitatori. La dimensione sonora è da sempre una delle più care all’artista, che in passato ha realizzato installazioni e sculture utilizzando megafoni, altoparlanti e vecchi registratori – tecnologie un tempo ammantate dall’aura scintillante del “nuovo”, la cui rapida obsolescenza è sempre in agguato.

Il processo di elaborazione di 29,88 KMQ sarà documentato da un catalogo pubblicato e distribuito da Mousse con testi di Anna Zegna, di Andrea Zegna, oltre a una conversazione tra Liliana Moro, Barbara Casavecchia e Vincenzo De Bellis (Direttore PeepHole, Milano). A 29,88 KMQ si associa anche una nuova mappa cartacea, rivista per l’occasione e completa d’informazioni dettagliate relative a ogni opera.

Il progetto ALL’APERTO è patrocinato dal Comune di Trivero, dalla Provincia di Biella e dalla Regione Piemonte.