Design

FAI Fondo Ambiente Italiano

Il FAI Fondo Ambiente Italiano promuove in concreto una cultura di rispetto della natura, dell'arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e tutela un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità.

Ville, dimore storiche, parchi, castelli, abbazie: sono 50 i Beni del FAI in tutta Italia, di cui 30 aperti al pubblico, tesori d’arte e natura, luoghi unici al mondo, tanti gioielli piccoli e grandi che raccontano la storia del nostro Paese.

Ogni giorno il FAI dedica a ciascuno di questi luoghi attenzioni scrupolose, indispensabili per proteggere la loro bellezza e consegnarla al futuro.

Questo risultato è reso possibile soltanto grazie alla fiducia dei sostenitori che condividono i valori e all’impegno quotidiano di moltissime persone che si prendono cura dei nostri Beni: tanti professionisti - giardinieri, custodi, architetti, guide, storici dell’arte… - e gli insostituibili volontari, senza i quali il FAI non potrebbe esistere. 

COSA FACCIAMO PER IL FAI

A noi è stato affidato un compito molto importante: rivedere, senza stravolgere nulla, l'esperienza di visita del visitatore all'interno dei Beni principali già in pancia al FAI e organizzarla per quelli di nuova acquisizione.

Siamo partiti nel 2011 dal Bosco di San Francesco di Assisi che ha inaugurato lo stesso anno a novembre, costruendo i percorsi di visita (su un'area di oltre 45 ettari) rispettando la naturale conformazione del territorio e senza intervenire massicciamente su un luogo da una parte "intoccabile" (il Bosco parte proprio dal Sagrato della Basilica Superiore di San Francesco) e dall'altra addentrandoci in boschi che meritavano il rispetto insegnatoci proprio da San Francesco che per quei luoghi ha camminato a lungo.

Siamo partiti dal Bosco di San Francesco con la realizzazione in toto dei percorsi di visita e della segnaletica, oltre all'allestimento del bookshop, della Sala Comunicazione, delle biglietterie e tanto altro per poi realizzare negli anni progetti per la splendida Villa del Balbianello sul lago di Como, lo scenografico Castello di Masino nel canavese, il Monastero di Torba e Villa della Porta Bozzolo in provincia di Varese, l'Abbazia di San Fruttuoso a Camogli, Podere Case Lovara a Punta Mesco nel Parco delle cinque Terre, e altri ancora.

La collaborazione ha prodotto un book di Linee Guida che ordina e gestisce l'intera casistica della segnaletica, in modo tale che ogni Bene conservi la propria identità ma sotto ad una visione complessiva che parli un linguaggio e una grafica comune.